“MUGGIA JAZZ FESTIVAL” - 10^ EDIZIONE

3/4 settembre 2016 - Teatro Verdi - Muggia (TS)

COMUNICATO STAMPA

Prime anticipazioni per Muggia Jazz 2016, la tradizionale due giorni che ogni anno trasforma la città istroveneta nella capitale italiana del jazz. Ad aprire l'edizione del decimo anniversario sarà Ray Gelato. E non mancheranno altre sorprese dagli Stati Uniti e dall'Italia.

Muggia Jazz 2016 svela il primo nome. Sarà Ray Gelato a riscaldare e inondare di swing le serate di settembre a Muggia, dove anche quest'anno per la decima edizione, sono attese altre grosse presenze internazionali, a cui si aggiungeranno com'è consuetudine valenti musicisti triestini la cui notorietà travalica i confini provinciali e regionali. A grande richiesta, tornerà anche Massimo Faraò, già ammirato in riviera l'anno passato, in versione inedita e non mancheranno altre sorprese dagli Stati Uniti e dall'Italia. Il calendario completo sarà disponibile a breve sul sito ufficiale www.muggiajazz.com.

La rassegna a ingresso libero promossa dall'associazione B.B.C.

(Boogie Bite Corporation) in collaborazione con il Comune di Muggia e con il sostegno della Samer & Co. Shipping., diventata ormai un evento fisso dell'estate muggesana, si svolgerà al teatro Verdi di Muggia il primo week end di settembre, sabato 3 e domenica 4. “Anche quest'anno, che coincide con il decimo anniversario siamo pronti per un nuovo appuntamento con quello che è ormai un evento fisso dell'estate muggesana” spiega il direttore artistico, Stefano Franco. E per l'edizione del giubileo, abbiamo scelto un personaggio amatissimo dal pubblico che grazie alla sua verve non mancherà di entusiasmare gli appassionati del genere e non solo. Anche quest'anno riusciremo a offrire musica di grande qualità grazie al sostegno dell'imprenditore muggesano Dario Samer e dai suoi figli, Lilly ed Enrico e alla collaborazione del Comune di Muggia”. Il programma prevede come sempre concerti in esclusiva, al di fuori dei tradizionali circuiti dei festival. “Non c'è altro modo di vedere dal vivo questi artisti se non al Muggia Jazz Festival. Le loro presenze si devono alla rete di contatti che intesso personalmente – aggiunge il vulcanico Stefano Franco - grazie alla mia partecipazione ad alcuni tra i più importanti festival internazionali”. “Per offrire continuità alla proposta di musica di qualità del festival e sottolineare il divertimento nel praticare questo genere musicale, l'associazione Boogie Bite Corporation proporrà anche nel prossimo anno scolastico una serie di seminari gratuiti nelle scuole medie inferiori e superiori di Trieste e Muggia”.

Ray Gelato, amatissimo in Italia – è stato protagonista a varie edizioni di Umbria Jazz, l'ultima nel 2014 - e soprattutto a Trieste, dove si è già esibito alcune volte ottenendo sempre uno strepitoso successo – deve la sua prima influenza musicale al padre, un aviatore americano che, trasferitosi a Londra, portò con sé una vasta collezione di grandi album. Il giovane Gelato entrò così in contatto con la musica di Sammy Davis, Dean Martin, Bill Haley e più tardi Louis Jordan e Louis Prima, che avrebbero fortemente influenzato la musica di Ray. Nel 1979 prese in mano il suo primo sax tenore e iniziò a confrontarsi con la musica di Coleman Hawkins, Lester Young, Illinois Jacquet, Ben Webster, e proprio in quel periodo diede vita alla sua prima band. Il 1982 vide la nascita dei The Brothers Chevalier con Maurice Chevalier, band che in appena sette anni divenne una delle beniamine della scena club londinese. Il grande successo ottenuto nel Regno Unito aprì le porte a importanti tour in Europa e in Giappone. Nel 1988 Ray appare nel film inglese “Scandal” dove canta e suona il sax. Nello stesso anno fonda la band “Ray Gelato and the Giant Jive”, prototipo di quella che sarebbe stata la sua band di maggior successo. In breve il neonato gruppo viene invitato in alcuni dei più importanti teatri e festival del mondo, come la Carnegie Hall e il Nice Jazz Festival. Nel 1994, dopo aver firmato la colonna sonora del telefilm della BBC No Bananas, fonda The Ray Gelato Giants, band con la quale si esibisce ancora oggi. Ray guadagna una grande popolarità internazionale nel 1998, quando appare in uno spot per la Levis Dockers con la reinterpretazione del classico di Renato Carosone Tu Vuo’ Fa l’Americano. Nel 2000 trova il tempo per fare un altro cameo cinematografico con la sua apparizione nel film di Jude Law Enigma, dove naturalmente suona il sax. Nel 2001 con i suoi Giants apre il concerto di Robbie Williams alla Royal Albert Hall di Londra, l’anno dopo suona al matrimonio di Paul McCartney, per poi esibirsi all’hotel Ritz di Londra davanti alla Regina. L’estate 2004 ha visto Ray protagonista sui palchi di tutta Europa, in particolare resta memorabile la sua 10 giorni al Festival di Umbria Jazz in Italia. Nel Regno Unito, Ray e la band si esibiscono nello spettacolo “BBC Proms in the Park” di fronte a un pubblico entusiasta di oltre 40.000 persone a Hyde Park. Negli anni successivi il gruppo ha collezionato tour, esibizioni nei più importanti teatri del mondo e partecipazioni televisive. Una serie di successi che continua con l’uscita dell’ultimo disco “Wonderful – The Lost Italian Songbook”, uscito nel febbraio 2013.

Massimo Faraò, più volte definito "il più nero dei pianisti italiani", nasce a Genova il 16 maggio 1965. Studia pianoforte con il Maestro Flavio Crivelli e comincia a collaborare con i musicisti locali, specialmente con il bassista Piero Leveratto. Nel 1993 è invitato per la prima volta negli Stati Uniti a suonare con Red Holloway e Albert Tootie Heath con cui tiene molti concerti sulla costa occidentale. Nel 1994 firma un contratto discografico con la Monad Records di New York e torna negli Usa come direttore musicale del gruppo della cantante Shawnn Monteiro composto da Keter Betts e Bobby Durham.

E' l'ideatore e direttore dei seminari internazionali We love Jazz e Gospel che si tengono a Genova dal 1993 e divenuti ormai uno degli eventi più importanti in Europa e non solo.

Ha fatto parte per diversi tour europei del quintetto di Nat Adderley, formato da Antonio Hart, Walter Booker e Jimmy Cobb

Dal 2001 fa parte del nuovo quartetto di Archie Shepp "Just in Time Quartet" insieme a Wayne Dockery e Bobby Durham. Nel novembre 2004 suona in Giappone presentando i suoi cd diventati best sellers.

Nel corso degli anni, il festival ha ospitato autentici big del jazz, rock e blues internazionale, da Dado Moroni a Gianni Basso e la Torino Jazz Orchestra. E poi Bobby Solo, James W. “Red” Holloway, Alvin Queen, Darryl Hall, Don Washington, Chris Jagger, Dusko Goykovich, Renato Chicco, Fulvio Albano, Jim Rotondi, Dieter Themel, Nick Becattini, Francesco Bearzatti, Andy J. Forest, Lluis Coloma, Nuno Alexandre, Arthur Miles, Marc Abrams, Richie Loidl, Martijn Schok Band, il “gipsy” trio di Stochelo Rosenberg, l'orchestra olandese Harry Strikes Again, Mauro Ottolini, Barbara Dennerlein, China Moses, Raphaël Lemonnier, Denise King, Frank Vignola, Vinny Raniolo, Alberto Marsico, Daniele Raimondi, Mattia Cigalini, Emanuele Urso, Massimo Faraò, S.I.P. Band e James Thompson.

Tutti i concerti si terranno presso il Teatro Verdi di Muggia,
Via S. Giovanni 4 - tel. 040274015
Ingresso libero

La manifestazione avrà inizio alle ore 21.00 (fino alle 23.30).

Associazione Culturale Musicale Boogie Bite Corporation (B.B.C.)

L’Associazione Culturale Musicale no profit Boogie Bite Corporation (B.B.C.), ha sede a Trieste, è democratica e apolitica, non persegue, come scopo istituzionale, alcuna finalità lucrativa ed è apartitica.

Intende promuovere, sviluppare e diffondere la cultura musicale e gli artisti operanti in tutto il mondo, valorizzandone l'opera, l'immagine e l'ingegno in Italia e all'estero. Tutto ciò senza discriminazioni di spazio, di tempo, di tendenze e di stili, favorendo, nel modo più completo possibile, la diffusione, la produzione e la distribuzione delle loro opere mediante la divulgazione, la valorizzazione artistica e d'immagine con la creazione di iniziative e servizi, anche rivolti a terzi, nei settori della cultura, del turismo, dell'arte e dello spettacolo.

INFORMAZIONI

www.muggiajazz.com

https://www.facebook.com/MuggiaJazzFestival?fref=ts

Associazione culturale musicale B.B.C.

Tel. (+39) 3384845188

Comune di Muggia - Assessorato alla Cultura

040 3360340-343 - ufficio.cultura@comunedimuggia.ts.it

www.benvenutiamuggia.eu

Associazione culturale musicale Boogie Bite Corporation (B.B.C.) - C.F. : 90115960321

sede legale : Via dello Scoglio 2 - 34100 Trieste - tel. +39338.4845188 - fax +39040.577426